Cristianesimo e democrazia

Segnaliamo un convegno di studi su “Cristianesimo e democrazia”, che si terrà a Pavia il 21 e il 22 settembre prossimi, presso il Collegio Borromeo.

L’incontro, organizzato dai docenti di Storia del Cristianesimo che insegnano nelle Università statali e che sono riuniti nella CUSCC (Consulta Universitaria per la Storia del Cristianesimo e delle chiese), affronterà il tema dei rapporti fra cristianesimo e democrazia, sia da un punto di vista interno (ad esempio nell’elaborazione di modelli di conduzione e di organizzazione della vita ecclesiale) che da un punto di vista esterno (ad esempio nelle relazioni moderne fra cattolicesimo e istituzioni politiche).

Ecclesia ex circumcisione, Ecclesia ex gentibus.

Ecclesia ex circumcisione, Ecclesia ex gentibus.

Questi gli interventi previsti per il primo giorno (21 settembre, con inizio alle ore 9:30), dopo il saluto delle autorità e degli organizzatori: Un “dispositivo cristiano” alle origini della democrazia? Kenosis e teologia politica (Gaetano Lettieri, Università La Sapienza, Roma), Ridurre i pagani a minoranza (Giancarlo Rinaldi, Università Orientale di Napoli), Sinfonia, pluralismo e dissenso: considerazioni tra Patristica occidentale e Oriente cristiano (Cesare Alzati, Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano), Donna, diritti, democrazia nel dibattito della Chiesa contemporanea (Adriana Valerio, Università degli Studi di Napoli) e Rosmini e la democrazia (Luciano Malusa, Università degli Studi di Genova).

Nel secondo giorno, sempre alla stessa ora, si prevedono invece le seguenti relazioni: La repressione antimodernista (Annibale Zambarbieri, Università degli Studi di Pavia), Agli antipodi della democrazia: note sul funzionamento della giustizia ecclesiastica negli anni Venti del Novecento (Liliana Billanovich, Università degli Studi di Padova), Chiesa e democrazia: la Costituente (Bruna Bocchini, Università degli Studi di Firenze), Libertà e democrazia al Vaticano II (Giovanni Vian, Università Ca’ Foscari, Venezia). A concludere il convegno sarà un intervento di Giovanni Filoramo (Università degli studi di Torino), Vice Presidente della Consulta.

Per scaricare il programma completo in formato pdf, si può cliccare qui.