Newsletter #7 — 15 febbraio 2016

cropped-letter2

Settimo appuntamento con la Newsletter di Paulus 2.0: cronache, commenti e segnalazioni editoriali su cristianesimo antico e dintorni. I criteri del notiziario sono spiegati qui. In questo numero, la sezione monografica propone alcuni contributi in memoria di René Girard.

***

Cronache

  • NUOVE RIVISTE: La casa editrice Brill lancia “Gnosis: Journal of Gnostic Studies”. L’annuncio ufficiale nel sito di April DeConick. Link»
  • NOVITÀ ONLINE: The ThALES Lectionary Database, un formidabile repertorio online di lezionari ebraici e cristiani di età antica e medievale. Link»
  • NOVITÀ ONLINE: Usuarium, un nuovo database per lo studio della tradizione liturgica latina in età medievale e moderna. Link»
  • TRISTIA: Addio al grande storico inglese John A. Bossy (1933-2015). Il ricordo di Anna Foa sull’Osservatore RomanoLink»
  • TRISTIA: Grave lutto nel mondo degli studi biblici: è scomparso Helmut Koester (1926-2015). Il comunicato dell’Università di Harvard. Link»
  • TRISTIA. Ricordiamo con affetto anche lo scrittore Michel Tournier, scomparso a gennaio, con un breve saggio dedicato al tema della Pentecoste nel romanzo Le meteore. Link»

Commenti

  • BILANCI: Liv Ingeborg Lied solleva alcune questioni importanti sugli incontri annuali della Society of Biblical Literature. Link»
  • DIBATTITI: Ateismo o agnosticismo metodologico: qual è la scelta giusta per uno studioso di religioni? Ne parlano Carl Stoneham e Zeba Crook. Link»
  • DIBATTITI: Il concetto di canone al centro di un interessante dibattito organizzato dalla Ancient Jew Review. Link»
  • DIBATTITI: Dagmar Winter, Tobias Hägerland e altri discutono il libro di Chris Keith, Jesus against the Scribal Elite (2014). Link»
  • INTERVISTE: “Orientation, Comparison, History”. Tomoko Masuzawa intervistata da Sacred Matters. Link»
  • RASSEGNE: “Who Was Saint Paul?” G.W. Bowersock presenta quattro libri recenti che trattano dell’apostolo. Link»
  • RILETTURE: Bruno Latour lettore di Durkheim. Una serie (davvero notevole) di post, in un nuovo blog curato da Tim Howles. Link»

Dossier — In Memoriam René Girard (1923 – 2015)

Sette pezzi, fra i tanti usciti in questi ultimi mesi, per ricordare René Girard e per riflettere sulla sua complessa eredità intellettuale:

  • Pierpaolo Antonello, “René Girard: la voce inascoltata della realtà”. Link»
  • David Cailey, “The Apocalypse Has Begun: Ivan Illich and René Girard on Anti-Christ”. Link»
  • Scott Cowdell, “The ‘Darwin of the Human Sciences’: René Girard, a Theological Retrospective”. Link»
  • Daniele Giglioli, “René Girard e la teoria letteraria”. Link»
  • Alfio Squillaci, “René Girard, la rivalità mimetica e l’islam”. Link»
  • Philip L. Tite, “Violence, Religion, and the Death of René Girard”. Link»
  • Raffaele Alberto Ventura, “L’Apocalisse di René Girard”. Link»

Miscellanea

  • Edoardo Camurri, “La guida di un poeta ingegnere nel labirinto di Joyce” [da Il Foglio]. Link»
  • Riccardo De Benedetti, “Jabès. Dio con la ragione e col cuore” [da Avvenire]. Link»
  • Giancarlo Gaeta, “L’umano compiuto secondo Pier Cesare Bori” [da Lo Straniero]. Link»
  • Marino Niola, “La Magia del Ramo d’oro da Freud a Jim Morrison” [da La Repubblica]. Link»
  • Tommaso Pincio, “$$$$$$$$$, Scientology, il prezzo della grazia” [da Alias]. Link»
  • S. Brent Plate, “Marginalia and Its Disruptions” [da Los Angeles Review of Books]. Link»
  • Nathaniel Rich, “The Very Great Alexander von Humboldt” [da The New York Review of Books]. Link»
  • Dario Ronzoni, “Da Tolstoj a Occupy: Alexandre Christoyannoupoulos racconta i legami tra cristianesimo e anarchia” [da Linkiesta]. Link»

Segnalazioni editoriali — Libri

  • Johann Jakob Bachofen, Il matriarcato. Ricerca sulla ginecocrazia del mondo antico nei suoi aspetti religiosi e giuridici, ed. it. a cura di G. Schiavoni (e F. Jesi†) (Einaudi, Torino 2015 [Riedizione]). Link»
  • Philippe Borgeaud, Exercices de mythologie (Labor et Fides, Genève 2015). Link»
  • Cilliers Breytenbach (ed.), Paul’s Graeco-Roman Context (Peeters, Leuven 2015). Link»
  • Bart Ehrman, Il Nuovo Testamento. Un’introduzione, ed. it. a cura di G. Brioschi e M. Grosso (Carocci, Roma 2015). Link»
  • Alisdair G.G. Gibson (ed.), Robert Graves and the Classical Tradition (Oxford University Press, Oxford – New York 2015). Link»
  • René Girard – Michel Serres, Il tragico e la pietà, ed. it. a cura di R. Alessandrini e M. Rossi (EDB, Bologna 2015). Link»
  • Paolo Matthiae, Distruzioni, saccheggi e rinascite. Gli attacchi al patrimonio artistico dall’antichità all’Isis (Electa, Milano 2015). Link»
  • Armand Puig i Tàrrech, John M.G. Barclay, Jörg Frey (eds.), The Last Years of Paul: Essays from the Tarragona Conference, June 2013 (Mohr Siebeck, Tübingen 2015). Link»
  • Tessa Rajak, Tradurre e sopravvivere. La Bibbia greca della diaspora giudaica, trad. it. di B. Santorelli (Paideia, Brescia 2015). Link»
  • Paolo Sacchi, Antico Testamento, apocrifi e Nuovo Testamento. Un viaggio autobiografico (Morcelliana, Brescia 2015). Link»
  • Robert A. Segal – Kocku von Stuckrad (eds.), Vocabulary for the Study of Religion, 3 vols. (Brill, Leiden 2015). Link»

Segnalazioni editoriali — Riviste

  • Hau: Journal of Ethnographic Theory 5/2 (2015): “Ethics across Borders: Questioning Incommensurability and Affinity”. Link»
  • Hedgehog Review 17/3 (2015): “Sacred Reading: From Augustine to the Digital Humanists”. Link»
  • Henoch 37/2 (2015): “Pagani, giudei e cristiani in conflitto. Controversie e definizioni dell’identità”. Link»
  • Limes: Rivista italiana di geopolitica 23/10 (2015): “Israele e il Libro”. Link»
  • Relegere: Studies in Religion and Reception 5/1 (2015): “‘Pre-critical’ Readers and Readings of the Bible”. Link»
  • Studi e Materiali di Storia delle Religioni 81/1 (2015): “Retorica, scuola, religioni ad Antiochia (IV-V sec. d.C.)”. Link»
  • TC: A Journal of Biblical Textual Criticism 20 (2015). Special Feature: “The Coherence Based Genealogical Method”. Link»

Posta pneumatica

Il dito e la luna. Quando il teologo indica la luna, lo storico guarda il dito. Ecco perché allo storico è bastato un attimo, per accorgersi che il celebre detto che parlava di loro non era altro che una delle tante trovate del teologo.

***

La Newsletter di Paulus 2.0 non ha cadenza regolare: la sua pubblicazione dipende dalle intemperanze (e soprattutto dagli impegni) del Curatore. Gli aggiornamenti si possono ricevere anche via mail, iscrivendosi al sito letterepaoline.net.
Advertisements